GEAPRESS – Un cane affetto da cecità, quello abbandonato alla Vigilia di Natale in un terreno di Montecelio, pochi chilometri a nord i Tivoli (RM). Il cagnetto, un meticcio di media taglia di circa due anni di vita, viene notato da una coppia che per due giorni porta cibo ed acqua. Due giorni dopo, il cane viene trovato in terra, colpito in pieno muso da un colpo di fucile da caccia. Subito soccorso, il povero cane viene così affidato alle cure dei Veterinari dell’associazione ASTA (Associazione per la Tutela e la Salute degli Animali).

Life, così viene chiamato il meticcio, non è messo bene. I Veterinari, però, non disperano di poterlo salvare e consegnarlo per l’adozione. L’esame radiografico ha rilevato la gravità delle ferite. I pallini da caccia sono infatti molto numerosi. Il colpo inferto ha, inoltre, provocato la frattura dello zigomo e dell’osso orbitale.  Secondo il dott. Gulì, sentito stamane da GeaPress, bisogna tenere Life ancora sotto stretta osservazione. “I pallini di piombo sono stati in molti casi estratti – riferisce il dott. Gulì –  ma il cane ne è ancora invaso“. Allo stato attuale è difficile poter dire quando potranno essere estratti. Al povero Life, si è dovuto inoltre asportare l’occhio sinistro.

Una nota positiva, nonostante tutto, sembra comunque esserci. Sempre secondo il dott. Gulì, Life non dovrebbe  aver subito danni neurologici, sebbene sia ancora sotto shock. Il pericolo maggiore che impone una stretta osservazione per non meno di una settimana, è invece rappresentato dalle infezioni dovute ai pallini ancora conficcati. Poi, tutta la valutare, la potenziale intossicazione da piombo.

Il colpo è stato comunque sparato per uccidere. La rosa di pallini, infatti, è molto concentrata. Qualcuno, approfittando della cecità del cane, si è avvicinato talmente tanto da potergli sparare praticamente sul muso. Povero cane, forse aveva sentito l’uomo e si era sentito rincuorato. Ed invece un fucile da caccia voleva porre fine alla sua già precaria esistenza.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati