GEAPRESS – Due storie di solidarietà che si incrociano grazie alle Guardie Zoofile della LAC Puglia. Una di esse in particolare, inizia male. Anzi malissimo. Un micetto di 40 giorni, ben chiuso in una busta di plastica ed eliminato gettandolo all’interno della campana adibita alla raccolta (della plastica).

Siamo a Molfetta, in provincia di Bari, ed esattamente in via Leonardo Mezzina. I lamenti del piccolo gatto vengono per fortuna notati da un cittadino il quale si rivolge alla Polizia Municipale che interviene congiuntamente alle Guardie Zoofile della LAC coordinate da Pasquale Salvemini. Dopo non poche difficoltà, Miau viene estratto da quell’inferno ed affidato alle Guardie della LAC che però, nel frattempo, devono rispondere ad un’altra richiesta di aiuto. Nel giardino di un centro commerciale viene trovato uno storno in difficoltà.

Un incontro fortunato, anche perché la coppia di Molfetta che ha segnalato lo storno, nota proprio Miau. Potrebbe essere da loro adottato ma c’è un problema. Sancho, il bulldog francese che già da parecchi anni vive con Meo e Betta, i salvatori dello storno. Una preoccupazione che dura poco. Infatti, Sancho prende subito in simpatia il gattino. Ora sono due amici inseparabili e Sancho, di buon grado, ha deciso di dividere con Miau la sua cesta (nella foto).

Questa volta – dichiara Pasquale Salvemini, coordinatore delle Guardie LAC Puglia – possiamo gioire per l’esito della vicenda e ringraziare Meo, Betta e, soprattutto, Sancho per la loro generosità. Purtroppo non sempre le cose vanno a lieto fine – aggiunge Salvemini – Il gesto della persona che ha gettato il gattino nel cassonetto è grave, incivile e crudele. L’abbandono degli animali e la loro conseguente morte configura il reato di maltrattamento”.

Miau, intanto, è felice. Sancho è diventato il suo compagno di giochi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati