cane impiccato
GEAPRESS – Un meticcio sgozzato, un altro preso a calci ed un altro ancora decapitato.

Questo quanto all’oggetto della denuncia presentata dall’ENPA in merito a quanto potrebbe essere accaduto all’interno del C.A.R.A ( Centro Accoglienza Richiedenti Asilo) di Mineo (CT). Nello stesso luogo, sempre secondo il comunicato dell’ENPA, vi sarebbero una trentina di cani vaganti, cuccioli compresi. Animali, in alcuni casi, anche malati e feriti.

Poi le “inquietanti voci” che riferiscono addirittura di cani mangiati e seviziati.

Secondo l’ENPA è stata proprio la denuncia presentata  a sollecitare il Sindaco e l’Asp.  La legge, infatti,  prevede specifiche competenze circa la messa in sicurezza degli animali. Il 20 Maggio, comunica la Protezione Animali, è stata infatti inviata al Sindaco di Mineo e ad altri organi competenti, una segnalazione della sede provinciale della Protezione Animali.  Alla segnalazione, però, non sarebbe stata data una pronta risposta.

Esseri senzienti, riferisce l’ENPA a proposito dei cani, la cui incolumità e benessere vengono affidati inequivocabilmente al Primo Cittadino. Così prevede la legge.  Se non si agirà in tempi stretti, conclude l’ ENPA, si adiranno le vie legali. Sui gravi fatti denunciati dalla Protezione Animale è stata pure prevista una  interrogazione parlamentare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati