GEAPRESS – Vi è un aspetto meno noto nella recente polemica scaturita a proposito delle frequentazioni del P.M. delle Procura della Repubblica di Milano, dott. Ferdinando Esposito, e la Consigliera regionale Nicole Minetti. Ormai noto esposto (archiviato) del Procuratore Capo di Milano al CSM e titoloni di giornali che ventilano ipotesi di azioni disciplinari. Può un Pubblico Ministero di una Procura che sta indagando, frequentare una delle persone chiavi nella nota vicenda relativa al caso Ruby?

Di certo in queste ore qualche pensiero sta girando in ambienti di settore più o meno afferenti al … maltrattamento di animali. Il dott. Esposito, infatti, è titolare di più fascicoli relativi a questo reato. Indagini spesso considerate minori. Scarse pene ed ancor meno stimolo investigativo. Forse sarà per questo, ma anche la Procura di Milano non è particolarmente significativa tra quelle che più perseguitano tali reati. Il dott. Esposito non è l’unico titolare ma l’Ufficio del Procuratore Aggiunto Nicola Cerrato, che notoriamente si occupa di reati sugli infortuni sul lavoro ed ambientali, parrebbe proprio avere come riferimento lo stesso PM ora al centro di, altra, polemica.

Forse, al di là di classifiche relative a più o meno efficienze, una rotazione negli incarichi potrebbe far venir meno ogni dubbio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati