GEAPRESS – E’ arrivato presso la sede dell’ENPA di Milano, stamani intorno alle 7.55. Con se portava  il trasportino. Si china, lo ripone proprio innanzi la porta della Protezione Animali milanese e velocemente si allontana. All’interno un povero micio.

L’ENPA di Milano lancia ora l’appello per rintracciare la persona e dal suo sito web ha diffuso con dovizia di particolari una sorta di identikit per individuarlo. Un uomo di età compresa tra i 50 ed i 60 anni. Tendente al calvo, vistosamente stempiato. Capelli non corti bianchi. Altezza verosimile, nella media.

Il gatto, suo oppure no, di certo è stato lasciato innanzi a quella porta. L’uomo, evidentemente, non si era accorto delle telecamere. Deciso va dritto alla meta e velocemente si allontana. “Ha depositato lo sventurato animale – commenta Ermanno Giudici, Presidente e Capo Nucleo delle Guardie zoofile dell’ENPA di Milano  – nell’unico posto dove qualcuno si sarebbe comunque potuto prendere cura di lui“.

Un gatto maschio di circa dieci anni che è stato già visitato dai veterinari dell’ENPA milanese. Purtroppo, il micio, è risultato soffrire di una grave insufficienza renale. Forse, proprio nel precario stato di salute dell’animale, si deve ricercare la causa del gesto messo in atto stamani. Un proprietario, per ora solo presunto, a quanto pare ignaro delle leggi vigenti in materia di abbandono di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati