trasportino mi
GEAPRESS – Un trailer, verosimilmente parcheggiato dalla sera prima. Al suo interno tanti animali. Questa la segnalazione pervenuta all’ENPA di Milano. Le Guardie Zoofile, subito intervenute, hanno così potuto constatare come quel trasportino contenesse un numero considerevole di animali.

Già i lampeggianti accesi dell’automobile di servizio delle Guardie Zoofile, hanno attirato l’attenzione di alcune persone   che confermavano quanto già riferito dal segnalante al centralino dell’ENPA. A quanto pare, riferisce il comunicato dell’ENPA di Milano, il trasportino era riconducibile ad una persona che aveva partecipato ad una fiera espositiva di rettili ad Origgio.

Avviate le prime verifiche sul mezzo, le Guardie verificavano come lo stesso, proveniente dal beneventano, non fosse autorizzato al trasporto di animali vivi.

E ’ragionevole supporre da accertamenti svolti in seguito – ha dichiarato Ermanno Giudici, Presidente e Capo Nucleo dell’ENPA di Milano –  che gli animali in questione siano stati detenuti nel rimorchio dalle ore 20.00 del 22 settembre sino al momento del nostro arrivo, ovvero fino alle 20 del 23 settembre“.

L’ENPA rileva come  tale situazione possa nel caso avere comportato delle difficoltà nel garantire un adeguato ricambio dell’aria e di dispersione del calore. Questo, riferisce sempre il comunicato dell’ENPA , a causa della loro sovrapposizione.

Sono stati individuati fra gli animali 115 piccoli mammiferi di varia specie (gerbilli, degu, criceti ed altre specie affini) e 6 furetti, animali predatori che si nutrono in natura proprio di piccoli mammiferi come quelli indicati – ha aggiunto Ermanno Giudici. – Un fattore, quest’ultimo che potrebbe provocare  stress per gli animali, che all’interno di uno spazio così ristretto non avevano alcuna difficoltà a percepire l’odore dei mustelidi, con conseguente patimento evitabile facilmente. “Si sottolinea – ha concluso il responsabile ENPA – come sia vietato da normativa nazionale e comunitaria il trasporto di specie antagoniste sullo stesso veicolo.”

La persona poi denunciata per la presunta violazione dell’art. 727 del Codice Penale, sarebbe in possesso di una laurea in Medicina Veterinaria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati