GEAPRESS – 5000 euro di ammenda al venditore abusivo di cani. Li deteneva ammassati nella propria abitazione. Nove bulldog inglesi e 13 gatti, afflitti da dermatiti e nel caso dei gatti pure da rinotracheiti e problemi neurologici. Ieri la condanna del Tribunale penale di Milano. 5000 euro di ammenda che hanno dato ragione all’importante azione investigativa che nel 2008 portò, da parte delle Guardie dell’OIPA di Milano e dei Carabinieri, alla denuncia dell’allevatore fai da te.

Le indagini partirono a seguito delle lamentele dei vicini, nauseati dai forti odori che provenivano dall’abitazione. Le unghia dei cani erano talmente lunghe da fare pensare che da quella prigione non venissero mai fatti uscire. Una delle cagnette così trovate dalle Guardie dell’OIPA era gravida e partorì pochi giorni dopo. Tutti gli animali vennero sequestrati ed ora, il Tribunale di Milano, ha confermato con la confisca definitiva.

Per Massimo Comparotto, Presidente OIPA di Milano, è stata proprio la sensibilità dei cittadini a permettere lo stesso intervento delle Guardie volontarie.

L’OIPA – ha dichiarato Comparotto – ha seguito tutte la fasi del processo per accertarsi che il reato venisse punito e che gli animali sequestrati trovassero la migliore sistemazione possibile“.

Un segnale dei tempi, dunque. Un riconoscimento importante anche per l’operato dell’OIPA affinchè gli abusi sugli animali non vengano più tollerati. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: