margherita spizt nano
GEAPRESS – I fatti sono accaduti l’altro ieri sera a Matera. Una telefonata pervenuta all’associazione animalista “Il Branco” che riferiva di un cucciolo abbandonato accanto ad un bidone della spazzatura. Il cagnolino  si udiva lamentare. Un lamento straziante, riferiva il segnalante.

Intervenuti nei luoghi i volontari si sono trovati innazi una piccola spitz, sicuramente cresciuta in casa. La cagnolina viene così avvolta in una coperta e condotta urgentemente  da un Veterinario. Al contatto con quella coperta la piccola Margherita, così è stata chiamata dai volontari, si rilassa immediatamente. Le sue condizioni, come confermerà anche il Medico Veterinario, sono però gravissime. La cagnetta, di circa otto anni di età, presenta la frattura della mandibola ed un forte trauma cranico con ematoma che si estende dall’orecchio sinistro fino alla gola e da qui al lato destro del petto. Bocca aperta per il dolore e shock per le fratture riportate.

Uno o più colpi sferrati con forza. Questa l’ipotesi più probabile. Margherita è morta poche ore dopo attorniata dai volontari che l’accarezzavano. Lo spregevole individuo, riferiscono i soccorritori, dopo averla malmenata l’aveva riposta in un cartone per pizza proprio vicino l’immondizia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati