cane investito
GEAPRESS – Una macchina con un cane al traino. E’ successo sabato scorso nei pressi di Manfredonia (FG) lungo la strada che dal grosso centro pugliese conduce a Zapponeta. Un’automobilista di passaggio, notata la scena, avrebbe iniziato ad abbagliare all’autovettura con il cane al laccio. Purtroppo non vi è stato niete da fare. Nonostante la velocità non era eccessiva, il cane appariva sfinito fino a cadere.

Ha così iniziato a strisciare sull’asflato ma solo per pochi metri. La rottura della corda ha infatti  salvato il cane.

Sul posto è sopraggiunta la Polizia di Stato  ed i volontari dell’ENPA. Il cane appariva visibilmente provato ma senza avere subito gravi danni. Tracce di sangue apparivano  solo sulle dita.

Il cagnolino è stato subito preso in consegna dall’ENPA. Secondo Marco Lupoli, Direttore del canile dell’ENPA di Manfredonia, sentito oggi da Geapress, “il cane  stamani si è rimesso in piedi. Non è grave e non corre pericoli sulla vita ma sicuramente è rimasto provato dalla terribile esperienza”.

Del caso si sta ora occupando la Polizia di Stato, ma non è chiaro quali indizi siano stati raccolti dal segnalante.

Più grave, invece, la situazione di un secondo cane ritrovato sulla Strada statale 89 Manfredonia Foggia appena quindici minuti dopo il primo cane. Ripetutamente investito e lasciato agonizzante ai bordi della strada. Secondo un segnalante che ha poi prestato un primo soccorso al povero animale, il cane sarebbe stato spostato a calci per evitare che intralciasse la circolazione stradale.

Questo secondo cane – spiega a GeaPress Mauro Lupoli – ci preoccupa non poco, sebbene non sia in pericolo di vita. La crudeltà evidentemente non conosce limite – aggiunge il responsabile dell’ENPA – un fatto che preoccupa sempre più anche alla luce della frequenza di questi episodi. Ad ogni modo, entrambi i cani sono accolti presso il canile dell’ENPA e speriamo, soprattutto per il secondo, di potere dare prima possibile la notizia della completa guarigione”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati