maltrattamento cfs
GEAPRESS – Segnali positivi, in un contesto che rimane ancora incerto, in merito alla temuta proposta di impunibilità del reato di maltrattamento di animali oggetto di discussione presso le competenti Commissioni Giustizia di Camera e Senato.

Il principio sul quale si basa la proposta che coinvolge un’ampia schiera di reati, è quello di renderli impunibili (e non depenalizzati come più volte erroneamente riferito) a determinate condizioni, ovvero nel caso di  comportamenti non continuati e di particolare tenuità.  Di fatto vengono colpiti i reati che già sono deboli, con pene detentive in molti casi sotto la soglia di punibilità.

Sebbene con approcci diversi i pareri delle Commissioni competenti di Camera e Senato sul meccanismo di non punibilita’ per particolare tenuita’, avrebbero però escluso il reato di maltrattamento. A riferilo è la Senatrice Silvana Amati (PD).

Da mesi ricevo centinaia di mail di cittadini e organizzazioni della societa’ civile, che esprimono forte preoccupazione – ha riferito la Senatrice Amati – La deliberazione definitiva sul testo da parte del Consiglio dei Ministri dovra’ avere luogo entro marzo e spero confermera’ che il meccanismo introdotto non comportera’ uno svuotamento della Legge 189/2014, simbolo di una trasformazione culturale e dell’evoluzione del nostro ordinamento in materia di tutela del benessere di esseri senzienti“.

La Senatrice ha altresì reso noti i pareri del SENATO e della CAMERA DEI DEPUTATI

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati