cane padronale
GEAPRESS – I fatti sono occorsi ieri intorno alle 16.45. A richiedere l’intervento della Sezione Volanti è stato un uomo che aveva comunicato di aver rinvenuto uno dei suoi cani ferito, probabilmente da un’arma da fuoco.

Stante quanto riportato dalla Polizia di Stato, il segnalante  aveva udito un’esplosione proveniente dalla villa di fronte al suo appezzamento di terreno. In un primo momento, aveva creduto all’esplosione di un petardo, ma si è dovuto ricredere quando uno dei suoi cani si è presentato con  una ferita sanguinante al fianco destro. Si trattava di una bastardina di media taglia. A quanto sembra, già nel passato, sarebbero stati esplosi dei colpi di arma da fuoco da una casa che veniva indicata. Il bersaglio, sarebbero stati proprio gli stessi cani.

Gli Agenti hanno così provveduto a contattare l’uomo residente nella villa il quale, incalzato dalle domande dei poliziotti, avrebbe ammesso di aver sparato contro il cane con un fucile (doppietta) calibro 12 di sua proprietà, regolarmente detenuto. Sempre secondo quanto riportato dalla Polizia di Stato, l’uomo si sarebbe mostrato addolorato per il ferimento dell’animale giustificandosi con la precaria custodia dei cani che sarebbe stata messa in atto dal vicino. Un gesto di esasperazione dovuto alla presunta non curanza dei disagi arrecati a chi si trovava a passare in pubblica via.

L’uomo veniva così condotto in Questura per gli atti di rito al termine dei quali veniva denunciato per il reato di maltrattamenti di animale con l’aggravante dell’utilizzo di arma da fuoco.

L’arma utilizzata per il ferimento del cane è stata sequestrata e l’animale, trasportato presso una clinica veterinaria, è stato sottoposto ad intervento chirurgico .

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati