cane nastro
GEAPRESS – L’appello è stato diffuso oggi dalla Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (RSPCA). Chiunque sia in possesso di notizie utili a rintracciare chi ha ridotto così il povero bracco, lo faccia sapere.

Un ritrovamento particolare quello avvenuto nella giornata di ferragosto vicino Faringdon, nella contea inglese dello Oxfordshire.

Un cane tipo bracco trovato  con del nastro adesivo nero dolorosamente stretto attorno al muso. Si tratta, spiega la RSPCA, di una giovane femmina

La cagnolina è stata chiamata Clover, ovvero trifoglio a causa della fortunata fuga che le ha regalato la salvezza. E’ stata trovata mentre vagava per le strade della città. Dunque, Clover era riuscita a fuggire dal suo aguzzino. Subito è partita la segnalazione per la RSPCA intervenuta nel luogo con l’ispettore Nikki Denham. “Sono rimasto inorridito da quello che ho visto – ha riferito Denham – Era molto remissiva ed ho potuto osservare come il nastro fosse stato legato in maniera così forte da farle gonfiare il muso. La bocca era livida ed insanguinata“.

Clover è stata subito sottoposta alle cure dei Veterinari. Per fortuna ha dato segni di evidente ripresa.

Viene paura a pensare cosa può essere successo alla cagnolina – ha aggiunto il responsabile della RSPCA – Non vi è dubbio che il quello stato deve avere sofferto tantissimo. E ‘straziante vedere un cane in tali condizioni“.

I Veterinari hanno supposto che quel nastro le fosse stato attaccato da non meno di 48 ore; avvolto in maniera così stretta da compromettere l’afflusso di sangue al muso. Clover aveva inoltre una profonda ferita alla zampa.

La cagnolina è ora al sicuro. Si spera che in breve tempo chi l’ha ridotta in quello stato venga rintracciato e denunciato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati