volpe oipa is
GEAPRESS – Un ritrovamento sconcertante, quello nel quale sono capitati i volontari dell’OIPA nelle campagne di Roccaravindola, frazione del Comune di Montaquila in provincia di Isernia. Una povera volpe, forse catturata al laccio, esposta ormai morta con un petardo in bocca.

Il povero animale era legato  a testa in giù legato ad una corda.

Il corpo della volpe, comunica l’OIPA di Isernia, è stato consegnato al Corpo Forestale dello Stato. Dovrebbe così essere disposto l’esame autoptico. L’OIPA, intanto, provvederà a denunciare il tutto all’autorità competente.

Purtroppo macabre esposizioni come quella di Roccaravindola, non sono poi così rare. In  più occasioni, volpi, cornacchie, ma anche donnole ed altri predatori, finiscono uccisi e poi esposti quasi a rivendicare il possesso dell’uomo sul territorio. Ci sono poi i casi di reiterata sfrontata prepotenza, come quelli dei lupi mutilati ed orrendamente esposti, che hanno riguardato soprattutto la provincia di Grosseto. Gli autori sono ancora ignoti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati