GEAPRESS – Continua la sequela di interventi di Polizia nel nord est dell’Inghilterra, contro persone accusate di dare la caccia ad animali selvatici. Dopo il seviziatore di cani e cervi di Ashington, condannato appena pochi giorni addietro per avere aizzato i suoi cani contro dei cervi (vedi articolo GeaPress) è ora la volta di un intero gruppo di giovani. Sono stati arrestati a Firthmoor una cinquantina di chilometri più a sud del precedente posto ma sempre nell’Inghilterra nord orientale.

Le indagini, condotte dalla Polizia locale e dalla Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals (già coinvolta nel caso dello scorsa settimana) hanno portato all’arresto di cinque persone di età compresa tra i diciotto e i diciannove anni. Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti il gruppo avrebbe in più occasioni aizzato i propri cani ai danni sia della fauna selvatica ma anche di gatti. Gesta che potrebbero essere state filmate. Per tale motivo la Polizia ha sequestrato anche computer, cellulari ed altro materiale utile a ricavare informazioni sulla strana forma di caccia messa in atto dal gruppetto.

Fatti, quelli occorsi a Fithmoor, che hanno allarmato la popolazione locale che ha subito avvisato le forze di polizia. Un problema, quello degli animali aggrediti da cani appositamente addestrati che, secondo quanto dichiarato dalla RSPCA, starebbe vivendo una vera e propria recrudescenza nel nord est del paese.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati