GEAPRESS – La storia è antecedente all’obbligo introdotto dal Codice della Strada di soccorre taluni animali, se investiti. Una donna di Milano, una volta investito un gattino, impedì alle sue amiche di soccorrerlo e fu poi denunciata. Il gatto morì due giorni dopo. Secondo il Giudice della Udienza Preliminare di Busto Arsizio (VA) la responsabile di tale gesto andava prosciolta dall’accusa di maltrattamento di animali, ma il Sostituto Procuratore Celletti ha invece fatto ricorso in Cassazione. Vedremo pertanto se il non prestare i primi soccorsi ad un animale investito potrà considerarsi reato e come questo, nel caso, andrà ad integrarsi con la sanzione amministrativa recentemente prevista dal Codice della Strada.

Proprio prendendo spunto dal recente obbligo di prestare soccorso ad un animale investito, nei giorni scorsi vi sono stati due interventi divergenti. A Legnaro (PD) un pensionato che non si era fermato a soccorrere un cane padronale, è stato sanzionato con il minimo previsto dalla nuova norma. A Rovereto (TN), dove invece l’investitrice si era fermata a soccorrere l’animale, è stato sanzionato per la mancata custodia il proprietario del cane.

Sulla riforma del Codice della Strada, ed in modo particolare sul trasporto in ‘stato di necessità’, è recentemente intervenuta l’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani). Secondo i Medici Veterinari per essere pienamente attuativo, il trasporto in stato di necessità deve essere regolamentato da un Decreto del Ministero dei Trasporti. Questo, sempre secondo l’ANMVI “per le evidenti implicazioni cliniche e professionali del Decreto Ministeriale che dovrà disciplinare le condizioni alle quali il trasporto di un animale in gravi condizioni di salute può essere considerato in stato di necessità, anche se effettuato da privati, nonché la documentazione che deve essere esibita, eventualmente successivamente all’atto di controllo da parte delle autorità di polizia“. Su tale questione si era già espressa una circolare della Polizia di Stato secondo la quale la disposizione non è applicabile senza il Decreto Ministeriale. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).