cane in lavatrice
GEAPRESS – Già da alcuni giorni si è  scatenata la “caccia”. Ad essere inseguito da decine di migliaiai di utenti indignati, è l’autore di una sorta di abominevole esperimento.

Evidentemente soddisfatto della tragica bravata, aveva mostrato le foto di un cagnolino  inserito in una lavatrice.

Le fotografie sono state pubblicate, secondo quanto riportato dai giornali cinesi, su Facebook. A quanto pare, a chi chiedeva notizie se il povero cagnolino fosse poi morto, veniva risposto di sì, dichiarando la disponibilità ad esibire le prove.

Il nome utilizzato dall’utente, era spiccatamente orientale.

Il cane, avviata la lavatrice, subiva il parziale allagamento dell’alloggio con facili conseguenze soprattutto quando il cestello iniziava a ruotare.

Le foto di quel povero animale avevano creato un’esplosione di condivisioni sul web, oltre che una indignazione generale.

Sul caso, già tre giorni addietro, si era espressa la Hong Kong Society for the Prevention of Cruelty to Animals. Un intervento che forse potrebbe anticipare l’individuazione dell’autore del macabro spettacolo. La polizia di Hong Kong ha infatti subito annunciato l’apertura di una inchiesta.

Il cane, probabilmente un West Highland Terrier, viene inizialmente mostrato aggrappato al cestello. Gli scatti continuano man mano che nell’alloggio inizia ad affluire l’acqua. In lingua cinese, poi, lo stupido commento “Un modo super veloce per lavare un cane: ammollo, pulito ed asciugato”. Infine un’icona sorridente.

Secondo quanto diffuso dagli animalisti di Hong Kong, il responsabile dell’insano gesto rischia fino a tre anni di carcere ed una multa di 26.000 dollari

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati