pappagallino II
GEAPRESS – Intervento dei finanzieri del Comando provinciale della  Guardia di Finanza di Grosseto che  nel tardi pomeriggio di ieri in Piazza Dante a Grosseto, hanno individuato un giovane intento ad aggirarsi per il Centro della città  con in mano una  scatola di cartone. Al suo interno vi era un pappagallino che veniva mostrato ai passanti, chiedendo in cambio del denaro.

Il piccolo uccellino, dell’apparente età di circa due/tre anni  risultava completamente privo delle penne  remiganti primarie che, secondo una nota diffusa dalla LAC di Gorsseto, potevano essere state strappate. Non vi erano, infatti, parti di penne tagliate.

La persona, una volta identificata, è stata denunciata all’autorità giudiziaria per maltrattamento e lesioni di animali (art. 727 e 544 bis del c.p. La LAC ricorda a questo proposito che chiunque, per crudeltà o per tranne un proprio profitto, cagiona lesioni ad un animale  è punito con la reclusione da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro).

Gli Agenti della Guardia di Finanza di Grosseto hanno provveduto al sequestro dell’animale, affidandolo ai volontari della  Sezione Regionale della LAC Toscana.

Alla Guardia di Finanza sono ora giunti i complimenti del Direttore Nazionale della LAC Raimondo Silveri. Una operazione definita ottima perchè volta al contrasto del fenomeno dell’accattonaggio con animali, in aumento  negli ultimi mesi.  E’ infatti  di pochi giorni la notizia di un’altra persona denunciata a Firenze per aver fatto accattonaggio con altro pappagallino con  le ali tagliate (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati