muflone morto
GEAPRESS – Un muflone morto dopo essersi lanciato dalla scogliera perchè inseguito da un cane. E’ avvenuto a Cala Moresca nel Comune di Golfo Aranci (OT). Sebbene in forma generica si è fatto riferimento al problema dei randagi, alcune persone avrebbero visto il proprietario del cane lasciato libero. Un nome che, a quanto sembra, è già circolato nonostante “l’anonimato” che sembra circondare la vicenda.

Secondo alcune voci nel corpo del povero animale sarebbero evidenti alcuni fori probabilmente causati dai morsi del cane.

Il Muflone deve aver visto, ancor prima di precipitare, la morte avvicinarsi. Il muflone, infatti, è un abile scalatore e di certo, in una situazione normale, non avrebbe avuto alcun problema a muoversi in una ripida scogliera. Per questo si parla di un salto causato dalla disperazione.

A quanto sembra, dopo il tremendo tonfo, il povero animale ha tentato di rialzarsi facendo leva sulle zampe anteriori. Istanti dopo si è adagiato sul fianco destro, morendo.

Purtroppo la zona sembra sia stata già oggetto di altri episodi aventi ad oggetto la presenza di alcuni cani. Le stesse autorità comunali erano intervenute sull’accesso alla Riserva Naturale che si trova lungo la scogliera. In quel caso, comunque, sembra che il problema fosse riferibile ai randagi.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati