gatto testa tagliata
GEAPRESS – Il ritrovamento è avvenuto nei pressi di una delle spiagge di Golfo Aranci (OT). Ad intervenire nei luoghi, avvisati dai volontari, sono stati i Carabinieri che hanno predisposto per le indagini. A quel gatto, riverso nel terreno, manca collo e testa. Il taglio sembra essere molto netto e nessun segnale vi è sul posto della parte asportata.

Purtroppo nella zona sono successi altri fatti gravi – riferisce a GeaPress Patrizia Sale, volontaria dei luoghi – Questo, però, sembra superarli tutti. Ero stata avvisata da una mia amica che aveva notato il micio morto. Credevo di dovere andare a recuperare un gatto sbranato dai cani ed invece ho trovato un taglio che sembra fatto con un coltello affilato”.

Si spera ora nel lavoro dei Carabinieri. Un indizio o un precedente che potrebbe almeno favorire la fase iniziale delle indagini che si presentano comunque molto difficili. L’area, infatti, è molto vasta. Purtroppo la legge contro i maltrattamenti degli animali punisce in maniera non severa tali comportamenti. Le pene detentive, considerata l’esiguità dei mesi di reclusione previsti, non comportano alcuna carcerazione, neanche nel caso di flagranza di reato. Nel caso, poi, si dovesse arrivare al dibattimento, ovvero non viene accettato un semplice Decreto Penale di Condanna, le sanzioni non sono proporzionate alla gravità di quanto commesso. Le multe più alte contestate in Italia per casi simili si aggirano intorno ai 10.000 euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati