gatto golfo aranci II
GEAPRESS – Un gatto dolce e pacioccone. Il suo essere calmo ha forse rappresentato la principale causa che lo ha portato alla morte. Il micio, difficilmente può avere posto resistenza a  chi, forse con la scusa di una carezza, lo ha preso tra le mani rinchiudendolo all’interno di una lavatrice condominiale di Golfo Aranci (OT).

L’ignoto autore ha poi azionato il programma di lavaggio.

E’ stato trovato all’indomani della sua scomparsa, avvenuta nella giornata di sabato. Una signora che si apprestava a pulire la biancheria ha aperto l’oblò ed ha fatto la tremenda scoperta. Si trattava del corpo di Pato, bel gatto arancio tigrato chiuso da crudeli mani all’interno di una lavatrice di un residence.

Il suo padrone, quando non lo ha visto rientrare a casa, aveva subito avviato le ricerche. L’uomo non ha voluto che si sapesse il suo nome, ma nell’era dei social network, la notizia difficilmente rimane segreta e da tutta Italia, stanno ora giungendo messaggi di solidarietà.

Dell’incredibile fatto se ne occuperanno i Carabinieri ma in molti stanno  ricordando i precedenti casi di maltrattamento occorsi proprio nella stessa città. Gli ultimi segnalati sono i numerosi lacci-cappio per fauna selvatica posti finanche nelle aiuole delle rotonde stradali.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati