cane collo gioiosa
GEAPRESS – Un cane di circa un anno di vita, forse incrocio di maremmano, è stato recuperato a seguito di segnalazione dai volontari di Gioiosa Jonica, in provincia di Reggio Calabria.

Il povero animale presentava attorno al collo una profonda ferita causata da un fil di ferro che, a detta degli stessi animalisti, sarebbe stato appositamente stretto. In altri termini, riferisce a GeaPress Claudia Costa Masser, presidente dell’associazione La Zampa nel Cuore, qualcuno avrebbe tentato di uccidere il cane, strozzandolo.

La chiamata, arrivata nella tarda serata di ieri, ha così consentito il salvataggio. Il fil di ferro, però, era ormai profondamente entrato nella carne. Per poterlo liberare dal mortale inghippo si è dovuti ricorrere alle tenaglie, portando via lembi di carne e pelo.

Il caso ripropone ancora una volta la drammatica situazione nella quale versano molti animali del comprensorio che costringe i volontari ad intervenire con continuità. Il tutto aggravato dall’ancora dilagante fenomeno del randagismo che continua a colpire ampie zone del nostre paese. E’ la stessa responsabile animalista a parlare di continui interventi, operati senza tregua sul territorio. Almeno in questo caso, grazie all’intervento dei volontari, la storia sembra essere andata a buon fine. Tutte le spese di mantenimento del cane, fino alla sua adozione, saranno sostenute dall’associazione La Zampa nel Cuore.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati