GEAPRESS – Non aveva nessun problema alle zampe il cane doberman chiuso dentro un furgone e liberato ieri mattina dalla Polizia di Stato di Genova, Commissariato Centro. In tal maniera, però, il padrone del cane (e del furgone) aveva tentato di giustificarsi innanzi ai poliziotti. La chiamata al 113 era però molto precisa. Un cane è al chiuso, sotto il sole, dentro un furgone tipo “fiorino”. Chissà perchè, poi, un cane con problemi alle zampe deve essere così tenuto.

La Polizia in breve tempo ha però rintracciato il vero problema.  Niente problemi alle zampe, l’impedimento era nei rapporti che il padrone aveva con i suoi vicini. Aveva per questo deciso di rinchiuderlo nel suo furgone posteggiato nei pressi dell’abitazione. Non è dato ancora sapere da quanto tempo andasse avanti questa storia. Di sicuro un passante l’aveva notato alle 9.00 e poi ancora alle 14.45, sempre di ieri. Al chiuso e sotto il sole. E dire che il padrone aveva inizialmente dichiarato che veniva spesso a trovare il cane. Il cane è stato soccorso da un ambulanza veterinaria mentre il padrone è stato denunciato per maltrattamento di animali.

Si trattava di una persona non conosciuta dalle Forze dell’Ordine che credeva così di avere risolto un problema di vicinato. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).