GEAPRESS – Deambula male il povero cigno picchiato stanotte nel Parco di Arenzano a Genova. L’ENPA lo ha soccorso e ricoverato ma stante i primi risultati della visita veterinaria, che ha confermato i traumi subiti dal grande uccello bianco, non vi dovrebbero essere fratture ossee. Nel frattempo l’ENPA di Genova lo ha ricoverato in un box particolare, in attesa dei risultati medico veterinari definitivi e della sua sperata liberazione.

Magari se fosse stato un po’ meno mansueto avrebbe impedito il peggio, commentano con amara ironia all’ENPA. Ed in effetti le cose sono andate molto peggio. La telefonata di soccorso, dicono all’ENPA, è infatti pervenuta da un giornalista del Secolo XIX che ha raccolto a sua volta la testimonianza di una signora che ha riferito dell’aggressione. Il cigno ricoverato è il maschio, mentre la sua compagna è tutt’ora al nido, rimasto però vuoto, dal momento in cui le hanno rubato tutte le uova. E’ molto probabile, considerate le caratteristiche della specie, che il maschio abbia tentato di aggredire il ladro di uova, e sia stato per questo bastonato. Forse, dicono al Secolo XIX, c’è dietro il mercato nero degli animali. Un cigno, infatti, ha un considerevole valore.

L’ENPA genovese, intanto, lancia l’appello per rintracciate l’autore dell’esecrabile gesto. Chi dovesse saperne di più deve mettersi in contatto con le Forze dell’Ordine o la stessa ENPA.

Eppure in Liguria non è il solo caso capitato di recente. A Ventimiglia (IM), lo scorso marzo la Polizia di Stato, fermò un cittadino francese che aveva picchiato una coppia di cigni (oltre che un ragazzo che stava tentando di fermarlo) e distrutto le uova (vedi articolo GeaPress).(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).