GEAPRESS – Che fine a fatto il micetto di Francofonte? Sventurato randagino preso a calci da un gesto insano.

Ce lo stiamo chiedendo in molti ed abbiamo provato a capirci qualcosa.

Il dato di partenza è che al momento in cui il video è stato messo on line, non si conosceva il luogo del fattaccio. Figuriamoci la singola strada. L’intervento della Polizia Postale e dei Carabinieri ha poi portato, in tempi molto brevi, all’identificazione del gruppetto di ragazzini.

GeaPress, ancor prima, veniva avvisata che si trattava proprio del paese siracusano. Alcuni abitanti del posto ci avevano poi segnalato che erano corsi a vedere se la povera bestiolina fosse ancora nei pressi. Niente da fare. I ragazzi avrebbero inoltre riferito che il video risalirebbe a due estati addietro. Comunque sia andata, fosse solo che ora sono maggiorenni ed allora minorenni, del gattino nessuna traccia.

Se è vero che il gatto perdeva sangue, come riferiva (forse un pizzico pentito) uno dei ragazzi dopo il colpo dell’amico, è facile immaginare, però, una emorragia interna. Per quanto visibile nel video, non apparivano tagli o altre ferite esterne, del resto poco probabili nel caso di un calcio.

Il Sindaco di Francofonte, Giuseppe Castania, oltre a stigmatizzare l’accaduto ha provveduto però alla ricerca. I Vigili Urbani, coadiuvati da alcuni cittadini, hanno setacciato il luogo. Purtroppo nessuna traccia anche se, secondo alcuni, fino a sei, massimo sette mesi addietro, il gattino era ancora lì.  (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).