GEAPRESS – Speriamo almeno che questa altra brutta avventura serva al Comune di Gallio (VI) per smetterla di consentire nel suo territorio l’uso di animali per mostre ed altre iniziative. Prima i serpenti sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato (vedi articolo GeaPress) nella mostra incredibilmente allestita in una scuola elementare, ora la renna per le festività natalizie morta, forse, avvelenata.

Il grave episodio, riportato oggi dal Giornale di Vicenza, sarebbe costata la vita ad una delle tre renne che, per il terzo anno consecutivo sono state esposte per il Natale. Le renne sono state acquistate in Lapponia e vengono utilizzate nei mercatini allestiti per le feste. Si indaga sulla morte dell’animale che ha fatto calare un velo di tristezza sulle festività.

Sicuramente se si smettesse di utilizzare animali come oggetti, sia essi rettili in teca di vetro o renne addobbate per Babbo Natale, ci sarebbero meno problemi per tutti, anche per la felicità del Natale. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).