GEAPRESS – E’ accaduto a Modena. Gaia volpina meticcia , meno di un anno, era stata legata alla macchina dal padrone, la parola è brutta ma in questo caso veramente indicata. (Padrone: chi ha piena facoltà di fare quel che gli piace o disporre di una “cosa” a suo talento).
L’uomo-padrone era andato a fare la spesa, al ritorno si è “semplicemente” scordato di Gaia ed è ripartito! Dopo alcune decine di metri, per fortuna, il guinzaglio si è rotto, il caso ha evitato a Gaia una morte orribile.

La cagnetta ferita è stata notata da alcuni passanti, che hanno cercato di fermare la macchina, inutilmente; quindi  hanno avvertito la polizia municipale.
La volpina è stata ricoverata presso un centro veterinario per le cure, ma l’uomo-padrone ha dichiarato che non intende pagare le spese veterinarie e che non intende riportare Gaia a casa. L’uomo-padrone è stato denunciato per abbandono e  maltrattamento di animale.

La cagnetta era stata regalata  ai figli per la Befana. Sul fatto che gli amici non si comprano (vedi articolo GeaPress) siamo tutti d’accordo, ma nemmeno si regalano. In questo caso si anche battuto un record, una sola settimana di interesse per un peluche vivente, meno di un videogames!

Ci piacerebbe conoscere la reazione dei figli dell’uomo-padrone, ma avranno diritto ad una reazione?
Il padrone dispone degli schiavi, dei liberti, delle donne, dei figli, degli animali, è il pater familias, è il padre padrone. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).