cani floridia
GEAPRESS – Due cani che ad avviso degli attivisti sarebbero stati uccisi in orrenda maniera ed abbandonati sul bordo strada.  Foto tremende di due animali già conosciuti a Floridia (SR), nei pressi del cimitero.

A denunciare quanto avvenuto è l’Ente Fauna Siciliana.

Charlie e Lilly erano cani accuditi.  C’era, infatti, chi portava loro portando cibo e quanto necessario a rendere più lieve la vita in  strada. Cani, precisano gli attivisti, che non davano fastidio a nessuno. Entrambi, però, sarebbero stati prima torturati e poi avvelenati.

Della denuncia se ne occuperà un’ associazione siracusana, essendo il cimitero ricadente in quel territorio. Sembra che nei luoghi non vi siano telecamere e pertanto l’ignoto autore potrebbe non essere stato filmato. Intanto sul web è esplosa la protesta ed ieri mattina, proprio innanzi al cimitero, si è svolta una pacifica manifestazione per protestare contro la morte dei due cani e sollecitare le indagini. Un ventina di persone hanno deposto dei fiori per ricordare i due poveri animali ricordando altri episodi che sarebbero accaduti nella stessa area. C’è, infatti, che ha riferito di un “psicopatico”, oppure di una sorta di “pulizia” per eliminare, evidentemente, i randagi.

Sul caso è intervenuto anche il Sindaco di Floridia Orazio Scalorino che ha dichiarato nel suo account facebook di avere sporto “denuncia contro ignoti per l’atroce quanto insensata uccisione dei due cagnolini ritrovati nei pressi del cimitero di Floridia. Spesso la crudeltà umana non ha limiti – ha aggiunto il Sindaco – anche se sono dell’avviso che in questo caso si tratti del gesto di uno squilibrato, pericoloso per sé e per gli altri. E proprio per queste ragioni credo che questo individuo non la possa passare liscia”.

Nei luoghi è stata lasciata una targa in ricordo dei due cagnolini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati