collare punte interne
GEAPRESS – E’ indiziato per maltrattamento di animali oltre che per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale. Questo perchè avrebbe finanche offeso le Guardie ENPA, arrivando a strappare di mano il permesso di soggiorno mentre si stava provvedendo a trascrivere il verbale di identificazione. Si trattava, infatti, di un cittadino statunitense che, riferisce la nota diffusa dalla Protezione Animali, si sarebbe tolta pure la giacca sfidando i Pubblici Ufficiali con i pugni tesi frontalmente alla testa.

Un segno di intimazione, urlando epiteti oltraggiosi e di minaccia.

La pattuglia delle Guardie ENPA aveva notato il soggetto in possesso del proprio cane il quale, al comando imposto, si accucciava con segni di sofferenza. Al collo, il povero animale aveva imposto un collare a strozzo con  punte riverse all’interno. Sempre secondo l’ENPA lo scorrere della catena  a scorsoio avrebbe comportato lo stringimento delle punte nella parte del collo.

Nel luogo dell’intervento dell’ENPA si radunavano nel frattempo diverse persone mentre l’individuo cercava di  scappare con il cane. L’intervento di una pattuglia dei Carabinieri consentiva di acquisire i documenti ed identificare la persona. Il collare, invece, veniva posto sotto sequestro.

La successiva perquisizione domiciliare disposta dalla Procura della Repubblica unitamente al Nucleo di PG della Polizia Provinciale, non portava all’individuazione di ulteriori elementi sul maltrattamento di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati