GEAPRESS – Si tratta ancora una volta di spargimento di veleno nella pubblica via, la causa dell’ennesima strage di colombi a Finale Ligure. I volontari dell’ENPA savonese sottolineano allarmati come gli avvelenamenti di colombi e gabbiani siano ormai periodici e hanno portato alla morte, tra atroci sofferenze, di alcune centinaia di animali nelle spiagge e nelle vie cittadine.

L’ultimo episodio ha interessato la zona di via Concezione, nei pressi dell’ Ufficio Postale. Al momento i volontari hanno contato una ventina di colombi morti.

Purtroppo la pratica di eliminare gli animali (volatili e non) tramite lo spargimento di veleno ha interessato anche altri Comuni della provincia di Savona, con enorme rischio oltre che per gli animali selvatici e domestici anche per gli stessi cittadini. Infatti, va ricordato come i veleni utilizzati possono venire in contatto accidentalmente, ad esempio, con le mucose della bocca. E’ sufficiente, per questo, avere toccato con le mani la sostanza avvelenata e poi portare le dita in bocca. Cosa assai pericolosa soprattutto per i bambini.

Mentre le Guardie zoofile dell’ENPA stanno conducendo gli accertamenti di rito, l’associazione sollecita il Comune ad attivare le procedure tecniche coordinate dalla Prefettura e provvedere alla bonifica e tabellazione dell’area, così come disposto dalla vigente Ordinanza del Ministero della Salute sugli avvelenamenti. Questo anche allo scopo di garantire l’incolumità pubblica.

L’ENPA savonese si appella a chiunque abbia informazioni utili all’individuazione dei responsabili. Le segnalazioni possono essere fatte telefonando allo 019/824735 o inviando una mail a savona@enpa.org., oppure rivolgendosi direttamente ad un Organo di Polizia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati