GEAPRESS – Emy ora cammina, a modo suo, ma cammina. Nel giugno scorso ad Ercolano, quando aveva sei mesi, un violento colpo alla schiena le causò un danno irreparabile alla colonna vertebrale. Poi, ancora, l’incredibile si è accanito contro di lei. Non si è mai ben capito a chi appartenesse veramente. Forse a nessuno. Sta di fatto che le condizioni peggiorano e quando è, infine, arrivata alla Clinica Veterinaria del Bosco di Portici (NA), Emy ha dovuto subire pure l’amputazione di una zampa posteriore. Ora (finalmente) sta bene. Le è stato costruito un carrellino tutto suo e, soprattutto, Emy ha tanta voglia di vivere.

Alla Clinica escludono che all’origine dei suoi mali, vi sia stato un investimento. Le caratteristiche della frattura e le voci circolate al momento del ritrovamento, sembrano coincidere. Emy è stata colpita da un bastone o altro strumento “utile” a fracassarle la colonna vertebrale.

Non è il primo caso di cani arrivati quasi morti, o comunque spacciati come disperati, e rimessi in sesto grazie all’impegno dei Medici Veterinari. Il carrellino, ovviamente, Emy lo porterà per tutta la vita, ma poi, in fin dei conti, non ci farà più caso.

Ovviamente in Italia non esiste alcuna forma previdenziale che venga incontro ad un danno causato dall’uomo. Anzi, le proposte di fornire un aiuto pubblico quantomeno per i casi più drammatici, sono state spesso accolte con ilarità. I Veterinari, comunque, ad Emy non la mollano e non le fanno mancare nulla. Solo che deve (assolutamente!) trovare un padrone. Emy è viva, anzi vivissima, ed ha bisogno di spazio dove correre e riconquistare una vita vera che fino ad ora le è stata privata. Non può più stare nell’ambulatorio. Crediamo che abbia tutto il diritto di una vita piena. Per chi volesse adottarla si può utilizzare sempre la mail che GeaPress mette a disposizione, specificando sempre il caso (info@geapress.org). (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

Vedi foto gallery: