cane lupo cec
GEAPRESS – Molto in voga negli articoli on line dal facile click, ma in realtà un problema di fatto inesistente o quasi. Si tratta della notizia secondo cui in Danimarca gli atti sessuali con animali, ovvero la zoorastia, sarebbero legali al punto che esisterebbero “case d’appuntamento” dedicate a questo genere di perversione. Un fenomeno, riferisce l’ENPA in una sua nota, che sembrerebbe del tutto inesistente.

Così sarebbe stato riportato dall’Ambasciatore danese nel corso di un incontro tenutosi  oggi presso la sede di rappresenza del suo paese con una delegazione dell’ENPA. L’incontro richiesto a proposito  della nota vicenda della giraffa Marius, uccisa nello zoo di Copenhagen, ha rappresentato l’occasione per affrontare un argomento, quale quello dei “bordelli con animali”, molto in voga nelle polemiche animaliste. Argomento, a dire il vero, che non trova sostanziali riscontri neanche nelle inchieste giornalistiche.

Secondo quanto riferito dall’Ambasciatore Birger Riis Jorgensen e dalle verifiche effettuate dall’ENPA sulla norma danese di riferimento, la Danimarca non tollera né approva in alcun modo atti sessuali tra uomini e animali; atti che, anzi, sono puniti dalla legge sui maltrattamenti ai danni degli animali.

Un fenomeno illegale raro e di certo non particolarmente significativo rispetto ad altri paesi, tra cui la stessa Italia dove si ricorda si son o avuti casi di tale perversione con produzione addirittura di filmati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati