germano reale
GEAPRESS – I fatti sarebbero occorsi in una nota birreria della provincia. Secondo quanto riferito dall’ANPANA, un gruppo folcloristico locale avrebbe deciso di festeggiare la fine del carnevale con un rito a danno di un povero indifeso animale.

L’evento, che a quanto sembra si ripete ogni anno con un animale diverso, sarebbe questa volta toccato ad un Anatra: un maschio di Germano Reale. Al povero animale sarebbero state rotte le ali e fatto ingurgitare, tramite un imbuto, dell’alcol.

Alcune persone, impietosite dalla raccapricciante scena, hanno però telefonato alle Guardie Ecozoofile ANPANA e ai Carabinieri, raccontando cosa stava accadendo.  I militari dell’ Arma, intervenuti immediatamente, avrebbero però constatato la presenza di un animale che vagava per il locale. Secondo l’ANPANA i maltrattori lo avrebbero lasciato scappare così da non essere identificati.

A quanto sembre nessuno vuole dire ai Carabinieri cosa stava accadendo tanto che non si è potuto fare altro che portare via l’ animale e sottoporlo alle cure mediche.

Oggi l’ Anatra è stata affidata ad amorevoli cure – afferma il Presidente nazionale dell’ ANPANA Francesco Pellecchia – Avrei tanto voluto che questi individui avessero provato a fare a me quello che hanno fatto a quel povero animale indifeso, mi propongo per il loro prossimo giochetto, anche se sono sicuro che non avrebbero il coraggio, è più semplice aggredire chi non ha facoltà di difendersi. Cosa spinge un uomo – ha aggiunto Pellecchia – a fare una simile azione? Come ci si può divertire seviziando chi è indifeso e non ha commesso nulla per meritarlo, che esempio questi individui danno ai bambini, e cosa farebbero a persone indifese se ne avessero la possibilità ?

I clienti della birreria, però, hanno capito la gravità dell’ azione che in quel momento si stava compiendo; per questo hanno chiamato sconvolti le forze dell’ ordine, sebbene non abbiano poi ammesso cosa stava succedendo. Forse, commenta l’ANPANA, si potrebbe pensare che questo gruppo è composto da persone pericolose, o molto conosciute in zona e fatto delle così dette persone intoccabili.

Il Presidente Pellecchia esorta a comunicare quanto è stato visto ai  Carabinieri di Venasca o alle Guardie Ecozoofile ANPANA. Quel gesto è un reato e anche molto grave, non si tratta di ignoranza, questa è crudeltà gratuita, è un azione che rappresenta una società violenta che si ripercuote su tutti noi, episodi di bullismo o di maltrattamenti crudeli e ingiustificati non possono più essere tollerati, dobbiamo reagire e farlo con energia e senso di civiltà.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati