collare elettrico I
GEAPRESS – Un cane posto sotto sequestro ed una denuncia per il cacciatore. E’ questo il risultato dell’intervento delle Guardie Ecozoofile ANPANA di Cuneo, avvenuto nel corso della prima giornata di caccia.
Secondo l’ANPANA sarebbero molti i cacciatori che adoperano i collari per controllare e gestire meglio i loro cani. L’ANPANA, però, sottolinea l’esistenza di numerose sentenze di Tribunali, e della Suprema Corte di Cassazione, che confermano come questa pratica costituisce maltrattamento di animali.

Il collare, come è noto, viene controllato a distanza grazie all’ausilio di un telecomando. Due elettrodi scaricano una scossa elettrica alla gola del cane, così il malcapitato animale dopo essersi contorto e aver guaito dal dolore per qualche secondo, è obbligato a seguire le indicazioni del suo proprietario. Sempre l’ANPANA sottolinea come non sia complicato comprendere quanto dolore fisico e psicologico venga inflitto ai cani. Motivi che sono al centro dei pronunciamenti della Suprema Corte di Cassazione, che ha confermato le condanne di maltrattamento.

Le Guardie ANPANA di Cuneo proseguiranno i loro controlli su tutta la Provincia e a tal proposito informano che è in fase organizzativa un nuovo corso per Aspiranti Guardie che partirà a fine Ottobre, gli interessati potranno prendere contatti o fare segnalazioni a cuneo@anpana.piemonte.it – oppure ai recapiti telefonici 329.6020541 fax 178.2717985.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati