GEAPRESS – Vi ricordate delle volontarie napoletane e dei cagnetti salvati tra acido muriatico e cani sparati in bocca (vedi articolo GeaPress)? A Carmela, una delle volontarie, l’avevano pure fermata, nel corso di un salvataggio, non per aiutarla ma per rubarle la macchina.

Continuano tutte a lavorare, tra mille emergenze ed altrettanti problemi. Tra questi uno un po’ particolare. Jordy, il cagnetto trovato con diversi ferri saldati in bocca. Chissà che storia. Una operazione chirurgica (…speriamo almeno in questo) seguita dall’abbandono. Jordy ha dovuto subire due interventi per levargli i ferri e sistemargli la bocca. Gli si sono dovuti togliere dei frammenti del setto nasale che gli avevano perforato il palato. Poi i ferri gli si erano saldati con denti e gengive. Un calvario reso ancor più penoso dal referto veterinario, ovvero che Jordy era stato verosimilmente picchiato.

Senza scendere ancora in particolari diciamo che al cagnetto si è dovuto rifare l’intero volto, o quasi. Soffre ancora e di tanto in tanto mostra i denti …., però un’adozione è possibile. Secondo le volontarie può andare in famiglia. Eppure con lui stanno avendo più problemi del solito proprio nel trovargli un’adozione.

In pochi si fanno avanti. Siccome può essere brutto dirlo, questa antipatia se la prende GeaPress. Jordy è un po’ bruttino. Spelacchiato e con i canini inferiori che si vedono. Ed allora? Possibile che si stenti così tanto? Riproponiamo la nostra mail per chi volesse mettersi in contatto con le volontarie (info@geapress.org). Saranno poi loro a dare tutte le informazioni del caso. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).