GEAPRESS – Sarebbe morta due giorni addietro e secondo indiscrezioni che Italian Horse Protection riporta in un suo comunicato, sarebbe stata lasciata nel terreno, nonostante già oggetto di intervento. Poi qualcuno si è presentato con un autoveicolo.  Legata per le zampe, la povera cavalla è stata  trascinata per decine di metri fino a dietro un casolare. Tutto, a quanto pare, è stato filmato da alcuni cittadini.

All’arrivo di Carabinieri ed ASL , si è presentata innanzi una scena raccapricciante. L’addome della cavalla era stato squarciato. Il puledro era stato estratto. Ovviamente, riporta IHP nel suo comunicato, nessuna traccia dei due individui.

A Colleferro, però, ci sarebbero altre cavalle gravide. Due mesi addietro, come è noto, quel posto divenne oggetto di un tremendo servizio di Striscia la Notizia. Dopo la denuncia di IHP, il TG satirico di Canale 5 filmò la collina degli orrori. Ossa e cavalli malandati. Poi l’intervento del Ministero della Salute ed il sequestro di parte degli animali. Altri 100, però, insistono ancora nei luoghi.

Gli animalisti di IHP, intervenuti congiuntamente all’ENPA ed al Rifugio degli Asinelli, sono stati lasciati soli. A breve non ci saranno più soldi, per il mangiare come per il pagamento del terreno dove gli animali sono stati affidati dalla Procura. Una nota dolente, quella più volte sollevata da Italian Horse Protection, che vede imperante un pericolo disinteresse di chi preposto ad intervenire.

L’appello è ora rivolto al Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. Si interessi subito della vicenda e dia il definitivo impulso per la sua conclusione. Chi nuoce nei luoghi venga messo in condizione di non farlo più.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati