occhi II
GEAPRESS – Una chiamata pervenuta nel tardo pomeriggio di sabato al numero delle emergenze dei Carabinieri. Nel cortile di un’abitazione, veniva riferito di un uomo che stava prendendo a badilate il suo cane. All’arrivo dei militari si provvedeva all’identificazione del soggetto che, però, negava ogni addebito. Per lui il meticcio di piccola taglia si era ferito rimanendo incastrato in un rete metallica.

I Carabinieri, hanno però ispezionato la rete  non trovandovi alcuna traccia ematica.

E’ stato questo il momento in cui il soggetto ha provveduto a fornire una diversa versione dei fatti. Il cane sarebbe stato picchiato per la presunta intenzione di azzannare la figlia. I Carabinieri hanno sentito un testimone che ha comunque riferito della brutalità con cui l’uomo avrebbe picchiato il cane lasciandolo addirittura agonizzante con la testa spaccata.

Il cagnolino, ancora in vita ma in gravi condizioni di salute, è stato trasportato presso un Veterinario di Imola.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati