lupo ucciso
GEAPRESS – Prima di morire si è trascinato ferito dal colpo di arma da fuoco. Questa la fine toccata  al lupo del Parco Regionale del Matese. A riferirlo a GeaPress è il Comandante Provinciale di Caserta del Corpo Forestale dello Stato dott. Michele Capasso. Un fatto grave che verrà discusso stamani con le autorità dello stesso Parco che hanno diffuso ieri la notizia.

Il ritrovamento del lupo è avvenuto nei pressi di San Potito Sannitico. Probabile che l’intenzione fosse quella di allontanare l’animale già in fuga, visto che la ferita rivelatasi mortale, ha interessato la parte posteriore. Sul caso è comunque atteso il referto veterinario.

Come più volte sottolineato dagli esperti, i lupi evitano il contatto con l’uomo, fuggendo altrove alla sua vista.

La Forestale valuta in maniera diversa l’episodio del lupo da quello di un Assiolo, rapace notturno ed in quanto tale protetto dalla legge, il cui corpo è stato trovato infilzato a Fontegreca. Gli inquirenti, infatti, non escludono la possibilità di una riprovevole bravata. Il piccolo animale, forse già morto, potrebbe essere stato infilzato nella barra di ferro per uno stupido divertimento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati