ovini scuoiati
GEAPRESS – Ad attirare l’attenzione di Vincenzo Caporale, volontario animalista della provincia di Caserta, è stato un cane che stava mangiucchiando qualcosa in strada nei pressi di Casagiove.

Il primo pensiero del volontario è stato quello di immondizia abbandonata che in qualche maniera aveva attirato il cane  forse proveniente  da un ovile della zona. Al collo, infatti, presentava una corda ed un moschettone pendente.

Ed invece, raggiunto il luogo dell’insolita scena, Vincenzo Caporale si è trovato innanzi uno “spettacolo” che mai poteva immaginare. “Questo – spiega il volontario a GeaPress – nonostante per le vie della provincia è capitato di trovare di tutto, ivi compreso un  cane con la testa mozzata all’interno di un sacco” (vedi articolo GeaPress).

Il sacco malamente arrotolato era in realtà la pelle di un ovino perfettamente scuoiato. Attorno il resti di un altro ovino ed altri sacchi di plastica che emanavano un forte cattivo odore.

Confesso che ho avuto un momento di scoraggiamento – aggiunge Caporale – perchè di queste scene non ne possiamo più. Cani, gatti ed altri animali, lasciati in strada a marcire. Ora le pelli di pecore, che qualcuno avrà macellato e poi abbandonato in strada. Le ho trovate ieri, ma stamani vi era ancora quella nell’asfalto. I sacchi, invece, erano stati portati via”.

Il cane si è allontanato velocemente, certo di potere tranquillamente concludere il suo pasto in un secondo momento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati