cane senza testa
Capua (CE) – “Ho chiesto inutilmente di essere aiutata. Nessuno mi ha ascoltata“. Così Loredana Funzione, volontaria di Capua, riferisce quanto successo stamane a Capua. I resti di un povero cane, proprio nei pressi del cartello di limite di velocità, con la testa quasi completamente staccata. Il ripetuto passaggio degli autoveicoli, aveva spappolato le zampe anteriori. La testa era ormai totalmente girata di lato. Solo qualche lembo di pelle la congiungevano ancora al collo.

Una scena orrenda – riferisce la volontaria – che sa quasi di beffa visto che il cane era praticamente sotto il cartello del limite di velocità. Le persone passavano e guardavano come per comunicare il senso di schifo“.

Nella cittadina del Casertano, i volontari hanno più volte chiesto maggiori controlli sul rispetto del limite di velocità. Un problema di certo non solo di Capua, anzi molto diffuso in numerosi altri Comuni, ma che difficilmente trova un riscontro in vere  e proprie mappe redatte dai volontari che hanno segnato, giorno per giorno, le vittime a quattro zampe delle strade.  Un  rischio, oltretutto, che vale anche per le persone.

Eppure, a volte, sembra che l’indifferenza generale si imponga in maniera soverchiante. “Le persone sembravano provare ribrezzo – spiega la volontaria – ma nessuno mi ha aiutato ad all0ntanare quel corpo straziato. Il problema sembrava il cane  e non quanto successo“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati