feto coniglio I
GEAPRESS – Un gatto morto, un coniglio adulto scuoiato ed appeso alla ringhiera con un gancio. Infine  piccoli feti, forse di coniglio, gettati a casaccio in direzione del giardino di una villetta di Capua.

La macabra scoperta è stata fatta proprio da chi abita nei luoghi il quale, allarmato,  si è subito premurato di denunciare il tutto all’autorità competente. Sembra che l’incredibile gesto non abbai nulla a che fare con chi abita in quella casa. Un fatto che farebbe propendere per un’azione portata a compimento da una persona disturbata. Un macabro scherzo, senza altri fini, portato  a termine da chi ha pure trovato il tempo di sistemare almeno un coniglio spellato lungo la ringhiera.

Un fatto che ha lasciato senza parole gli animalisti di Capua i quali, in più occasioni, sono dovuti intervenire per sanare situazioni di maltrattamento di animali ed in difesa dei cani e gatti randagi. Particolarmente sentito sul posto, è il problema dei cani e gatti che finiscono investiti dalle automobili in transito. Piccoli corpi maciullati sotto gli occhi apparentemente indifferenti dei passanti. Mai, però, un caso così particolare per il quale è difficile fornire una spiegazione plausibile.

Dubbi, in modo particolare, vengono avanzati sul gatto morto. Secondo Marco Cocco, attivo volontario dei luoghi, potrebbe essere stato ucciso e poi disposto nello stesso luogo ove sono stati trovati i feti di coniglio e gli adulti scuoiati.

La speranza è ora riposta nelle autorità competenti, affinchè si attivino urgentemente per  individuare l’autore del preoccupante gesto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati