GEAPRESS – Ancora un randagio seviziato. Questa volta siamo a Solofra, in provincia di Avellino, a soli quattro chilometri di distanza da Serino (AV), teatro di un’altra storia violenta che ha avuto per protagonista un cane senza padrone (vedi articolo GeaPress).

Un randagio, uno dei tanti della zona. Un cappio di fil di ferro gli strozzava una zampa; più si muoveva più il cappio gli stringeva la carne, penetrando in profondità.

E’ stato recuperato alla presenza degli agenti della Polizia municipale, oramai camminava su tre zampe, perché la quarta era completamente lacerata dal fil di ferro.

Le prime segnalazioni relative allo sfortunato randagio erano arrivate già dieci giorni fa, ma il cane è stato rintracciato solo ieri, si era rifugiato in un canale per il deflusso dell’acqua piovana della corsia di accesso al raccordo autostradale.

La disavventura del povero randagio non finisce qui, il recupero è avvenuto a mezzo del personale del canile di Villa Literno ed una volta medicato il cane è rimasto nella struttura casertana. Speriamo vivamente che qualcuno lo adotti evitandogli così  la reclusione  a vita. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).