GEAPRESS – Presentata questo pomeriggio dalla Presidente dell’ Associazione ANPAA Onlus, Alessandra Danese, la denuncia contro ignoti per il cagnetto trovato scuoiato nel quartiere Salinella di Taranto, venerdì pomeriggio. Il cane, tipo volpino, era stato rinvenuto ancora vivo dagli addetti del canile di Taranto i quali si erano messi in contatto con Alessandra Danese che aveva subito consigliato il ricovero presso un ambulatorio veterinario specializzato. Purtroppo non c’è stato niente da fare. Il povero cane è morto poco dopo a seguito dell’emorragia. Ieri GeaPress aveva pubblicato un’intervista alla Sig.ra Danese (vedi articolo GeaPress). Tanti sacrifici, spesso infranti innanzi alla crudeltà dell’uomo. Si era pure vociferato di una persona con problemi mentali già nota per vicende analoghe. Escluso, oggi, il suo possibile coinvolgimento.

La Polizia, che ha accolto la denuncia della Presidente dell’ANPAA, ha mostrato molto interesse per l’accaduto e le indagini sono state immediatamente avviate. Nessun sospetto, però, sul possibile autore del tremendo atto. Il luogo dove è stato rinvenuto il cane è situato in una zona poco abitata del quartiere Salinella e nessuno aveva notato niente di strano. I volontari dell’ANPAA hanno inoltre verificato come il cane frequentasse da qualche tempo la zona e c’era chi gli dava da mangiare. Cade, pertanto, l’ipotesi che il cane fosse stato catturato in un luogo diverso ed infine scaricato a Salinella.

“Purtroppo – ha dichiarato a GeaPress Alessandra Danese – sembra quasi che le persone abbiano paura di essere coinvolte. Non so che pensare”

GeaPress ricorda come la legge 189/04, sia per i casi di maltrattamento che di uccisione di animali, non prevede l’arresto in flagranza di reato, neanche nei casi più gravi come quello occorso ora a Taranto. I tempi di reclusione, infatti, sono di gran lunga inferiori a quelli necessari a fare scattare l’arresto in flagranza di reato. Le multe, inoltre, sono state appena ritoccate dalla recente legge cuccioli.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati