GeaPress – Sono arrivati a lui a seguito di scrupolose indagini. Ora il presunto responsabile del posizionamento della tagliola e del grave ferimento di un povero cane, dovrà rispondere all’autorità giudiziaria dopo essere stato individuato dal Corpo Forestale dello Stato, Comando Stazione di Settimo Vittone (TO).

La storia inizia lo scorso agosto quando ai Forestali viene presentata la denuncia dei proprietari di un cane rimasto dolorosamente intrappolato con una zampa in una grossa tagliola metallica. Al cane, infatti, vengono riscontrate le gravi lesioni subite alla zampa ed in particolare una ferita lacero contusa abbondantemente sanguinante con probabilità di lesioni tendinee e legamentose.

Il tutto è avvenuto in un terreno agricolo nelle campagne di Andrate (TO).

Il Corpo Forestale si mette subito al lavoro. Le indagini sui luoghi portavano gli agenti a sentire numerose persone, acquisendo diversi indizi, capaci di individuare il possibile e presunto responsabile del posizionamento della tagliola. Si tratta di M.M. di anni 78, residente ad Andrate. L’uomo ha ammesso il posizionamento della tagliola con il fine di tenere lontani gli animali dal suo terreno. Denunciato alla Procura della Repubblica di Ivrea dovrà ora rispondere del reato di maltrattamento di animali, ex art. 544 ter Codice penale ed attività di caccia con mezzi vietati. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).