cane filo pesca
GEAPRESS – Ha dell’incredibile il ritrovamento di una cagnolina avvenuto nelle scorse ore nella provincia di Caltanissetta (vedi articolo GeaPress).

Oltre alla coda tagliata in maniera dozzinale e lo stato di debilitazione generale che impedisce  interventi operatori, la cagnetta presenta l’occhio destro cucito con un filo. Visitata dal Veterinario si è poi scoperto che trattasi di un filo usato dai pescatori. La palpebra, inoltre, risulta adesa al globo oculare. Evidentemente la lacrimazione venuta meno  ed il periodo non breve che deve avere caratterizzato quella cucitura “casalinga” stavano iniziando a compromettere definitivamente la funzionalità dell’occhio.

Quanto scoperto – dichiara a GeaPress Fabio Calì, coordinatore regionale della LIDA – non fa che aggravare una situazione già molto seria. Ovviamente le nostre Guardie cercheranno di risalire al responsabile, denunciandolo. Possibile che nessuno si sia accorto di quel cane”.

Il Medico Veterinario che sta curando la povera cagnolina non dispera di poterle salvare l’occhio, ma bisognerà agire con molta attenzione. Lo stato di salute  non è ottimale e per cercare di risolvere in maniera più opportuna l’incredibile “incidente” occorre un miglioramento complessivo. Ieri è stato tolto quell’assurdo filo da pesca, ma non si è potuti andare molto oltre.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati