raggi
GEAPRESS – Vagava da giorni nei pressi di Calatafimi, in provincia di Trapani. Per fortuna ad accorgersi di Billy, sono stati i volontari OIPA di Trapani che si sono subito prodigati per lui.

Decine di pallini di piombo gli avevano invaso il volto rendendolo cieco. Ferite non più recentissime che avevano reso il cagnolino tipo segugio, ancor più spaventato da tutto quello che lo circondava. All’esame medico veterinario oltre alla cecità è risultata la presenza di numerose lesioni sul muso, sulla testa e nei padiglioni auricolari. Billy era inoltre disidratato e denutrito.

I pallini da caccia non potranno essere più estratti ma i volontari dell’OIPA stanno facendo di tutto affinchè possa tornare la vista almeno in un occhio. Purtroppo i primi risultati non sembrano incoraggianti. Non senza una nota polemica nei confronti della cronica disattenzione nei confronti della legge sul randagismo, che individua nei Comuni e nelle ASL i referenti, è proprio l’OIPA che si sta facendo carico di tutte le spese per la cura e il mantenimento del cane.

Stiamo dando il massimo per lui – riferisce a GeaPress Anna Calderone, Delegata OIPA di Trapani – Billy è accudito assieme ad altri cagnolini, con i quali è felice e protetto. Vorrei lanciare un appello affinchè Billy possa trovare una sistemazione in famiglia. E’ giovane, docile e molto sensibile. Credo che lo meriti, come gli altri cani che accudiamo, ma lui ha sofferto di più ed è in una situazione particolare“.

Questa la mail dell’OIPA di Trapani alla quale rivolgersi per l’adozione o offerte di aiuto per la degenza e cure di Billy trapani@oipa.org

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati