oliviero
GEAPRESS – “E’ uscito dalla clinica con le sue zampette“. Così Linda, la volontaria che a Terme Vigliatore (ME) ha trovato Oliviero, annuncia lo scioglimento della  prognosi che ancora teneva in molti con il fiato sospeso . La possibilità, cioè, che il cane rimanesse per sempre paralizzato.

Ed invece, Oliviero ha ripreso il suo cammino.

Trovato in un sacco nel greto di un torrente, il cane era stato gettato accanto al corpo di un vitello bruciato (vedi articolo GeaPress). Soccorso dalle volontarie, era sembrato paralizzato nella parte posteriore, oltre che ricoperto di parassiti e dei suoi stessi escrementi. Ripulito e subito fatto visitare da un Veterinario della zona, era stato poi trasportato in un clinica specializzata di Reggio Calabria. Erano così i arrivati gli esiti dei primi esami che non avevano però svelato il perché di quella immobilità (vedi articolo GeaPress). Infine un resposto più rassicurante: la paralisi era scongiurata (vedi articolo GeaPress).

Ancora, però, non era chiaro quando il cane poteva riprendere a camminare.

In clinica – riferisce a GEAPRESS la volontaria Linda – mi hanno riferito di un ematoma al midollo spinale dovuto, forse, a un colpo inferto mentre lo lanciavano col sacco. Questa la prima ipotesi – aggiunge la volontaria – rimanendo comunque valida la possibilità di un calcio ricevuto prima dell’ abbandono“.

Allo stato attuale Oliviero è ancora molto magro e presenta sul muso i residui di vecchie ferite e crosticine probabilmente dovute a maltrattamenti.

È ancora debilitato – spiega la volontaria – e ha bisogno di lunghe passeggiate per ripristinare il tono muscolare. È dolcissimo e sembra andare d’accordo con tutti“.

Secondo il Veterinario sarebbe, tutto sommato, una sorta di “cane da salotto”, ma per i volontari la cosa più importante è essere riusciti a salvarlo, dimostrando ancora una volta come la solidarietà verso i più deboli, esiste ed ha un significato molto profondo.

Per lui si apre ora la possibilità di un’adozione che sarà filtrata con tutte le precauzioni del caso dalle volontarie siciliane.

Oliviero, con il suo “sorriso” un po’ da sbirulino, regala a tutti un messaggio di speranza. Buon ferragosto da Oliviero.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati