metaldeide
GEAPRESS – E’ in atto uno sterminio nell’area cimiteriale del Comune di Brindisi, uno dei comuni pugliesi con il più alto numero di gatti liberi mai sottoposti ad interventi di sterilizzazione secondo la Norma Regionale 12/95. Così riporta Antonella Brunetti, Propresidente Nazionale AIDAA, in merito a quanto successo ultimamente. Da alcuni mesi, infatti, cani di proprietà lasciali liberi sul territorio hanno massacrato decine di gatti che vivevano nel cimitero. Altri, invece, sono tutt’ora ricoverati per interventi di chirurgia ortopedica presso l’ambulatorio Trinacria, a spese della sezione Brindisina dell’Aidaa.

Ad aggravare le già precarie condizioni dei gatti della colonia facenti parte di un progetto avviato tra Aidaa e Comune, è stata la mano di ignoti che ha disseminato del pellet blu, meglio identificato come metaldeide acetica e più diffusamente conosciuto come lumachicida. Il potente principio attivo è stato diffuso nell’area in cui i gatti trovano riparo fra i cespugli.

Una volta assunta la sostanza il suo effetto micidiale. Il decesso segue lo stato comatoso ed immani sofferenze.”

Siamo intervenuti celermente secondo la nota esplicativa diffusa dal Ministero della Salute – afferma “Antonella Brunetti – d’intesa con la Polizia Municipale , il responsabile del Settore Benessere Animale della ASL Br e i referenti comunali dell’area, predisposta la bonifica delle aree coinvolte”.

Un fenomeno così diffuso sul territorio che necessita l’istituzione di un tavolo tecnico fra enti preposti e associazionismo per la tutela degli animali , dell’ambiente ma anche per la pubblica incolumità.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati