GEAPRESS – E’ stato picchiato dai vicini, ed ha paura di essere di nuovo picchiato. Di certo quello che ha fatto, ovvero violentare una povera gallina di lì a poco deceduta, è però un inquietante segnale che si spera non sia una prospettiva futura. Mariano Mar, trentunenne di Cuiaba, nello Stato brasiliano di Mato Grosso, la gallina la porta tatuata sul corpo. Forse non proprio perfetta (vedi riquadro nella foto) ma di sicuro una figura con le apparenze di volatile.

Con incredibile disinvoltura, il trentunenne ha violentato la gallina nel giardino di casa. Senza alcun freno inibitorio non ha avuto neanche la cura di evitare la reazione dei vicini, tanto da aver messo in campo l’orrendo gesto proprio sotto le finestre di casa di più persone. I vicini, atterriti dal vociare del povero animale, hanno prima gridato contro Mariano Mar, infine, preso atto che nulla poteva, lo ha hanno raggiunto. Tolta la gallina, alcune persone sono subito passate alle vie di fatto, malmenandolo con i pantaloni ancora abbassati.

La gallina, ormai con le viscere fuoriuscite, è morta poco dopo. Come in Italia, anche in Brasile per i reati in danni degli animali, non è previsto l’arresto in flagranza. Mariano Mar, in realtà Mariano Santana da Guia e Silva, raggiunto dalla moglie presso il Comando di Polizia, si è dichiarato pentito per quanto successo ed altresì preoccupato che i vicini possano nuovamente picchiarlo. La Polizia ha diffuso poi le foto, oltre che del soggetto, anche dello strano tatuaggio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati