GEAPRESS – Una nuova delegazione, quella della protezione degli animali di Campinas, in Brasile. Sorta appena nel 2010 e che ora si ritrova a dover affrontare un penoso caso di una cagnetta ripetutamente violentata dal suo padrone. Appena pochi giorni addietro, proprio dal Brasile, era arrivata un’altra incredibile notizia che aveva protagonista un’asinella gravida (poi morta) ed uno sbandato del posto (vedi articolo GeaPress).

In quest’ultimo caso, la vittima almeno è stata salvata, mentre l’aguzzino filmato da un suo vicino di casa, è tranquillamente nella sua abitazione. La cagnolina deve la salvezza proprio all’autore del filmato che ha avuto il coraggio di riprendere le scene e consegnarle alla polizia locale. Quest’ultima è poi intervenuta con i volontari della protezione animale che hanno provveduto a rintracciare il cane e soccorrerlo. La cagnetta è stata così sottoposta alla visita veterinaria che ha rilevato la gravità di quanto commesso. Il cane è stato, poi, operato per un altro problema causato verosimilmente dalle pessime condizioni di detenzione alla quali lo sottoponeva il suo padrone. Una grossa ferita al collo già avvilita da numerose larve di mosca. Lo stesso personaggio, a quanto pare, possiede altri animali, ma non è chiaro se si provvederà a toglierli.

La notizia, come è facilmente prevedibile, è stata molto seguita dai media brasiliani che hanno peraltro raccolto le numerose proteste relative alla mancanza di un adeguata legislazione a difesa degli animali. Parrebbe, infatti, che il soggetto ora denunciato, fosse già noto per vicende relative al maltrattamento degli animali, nello specifico cani randagi, sebbene nessuno, ivi compreso il vicino di casa che l’ha colto sul fatto, poteva immaginare comportamenti di questo genere.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: