gatto imbustato
GEAPRESS – Il corpo del povero gatto padronale, è stato ritrovato alcuni giorni addietro. Secondo quanto reso noto dalla LIDA di Avellino è stato probabilmente ucciso con un colpo al collo. La sua testa, poi, è finita imbustata.

I fatti, occorsi a Bonito, in provincia di Avellino, sono ora denunciati dal responsabile cittadino della LIDA, Emilio Mauro Merola.

Atto” d’intimidazione” o crudeltà gratuita?

Mi chiedo – ha riferito Emilio Mauro Merola –  se davvero l’uomo sia dotato di quella proverbiale intelligenza che dovrebbe differenziarlo dalle altre specie viventi; ma sembrerebbe che non tutti siano ancora giunti ad un simile stadio di evoluzione. Con quale coraggio e con quale animo la mano umana riesce spingersi fino a tanto? Come ci si può accanire con tanta ostinazione e cattiveria su un essere indifeso. Credo – ha aggiunto il responsabile animalista – che tutto questo non potrà mai finire se non scendiamo dal piedistallo ideale della nostra superiorità e non interrompiamo il circolo vizioso in cui siamo precipitati”.

Evidentemente, ha agigunto Emilio Mauro Merola, la crudeltà umana non si ferma nemmeno durante il periodo natalizio, “quando tutti dovremmo essere più buoni

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati